Jump to content

Auto elettriche, non sono dietro l'angolo


autobas
 Share

Recommended Posts

Probabilmente l'auto totalmente elettrica è ancora lontana anche perchè vincolata dal problema seppure indiretto delle emissioni, (bisogna sempre pensare alla tipologia di energia che si sfrutta per la ricarica delle batterie e all'EROEI di questa, in quanto quella solare ad oggi è percentualmente irrilevante) Certamente l'ibrido (termico + elettrico) è, a mio modesto giudizio, una realtà con la quale dovremo confrontarci tra breve. Infatti è una delle soluzioni più semplici e modulabili per il recupero dell'energia cinetica in fase di decelerazione, e quindi una base inderogabile per il contenimento di consumi ed emissioni. E oggi non è poco

Link to comment
Share on other sites

l'EXPO del 2015 sarà certamente un occasione per cominciare a vedere le proposte e soluzioni commerciabili

 

verissimo sul fatto che la produzione di energia elettrica (non il diretto consumo) emettere un inquinamento probabilmente maggiore di quello esistente dei motori termici; pensate soltanto quante batterie si dovrebbero costruire (e secondo Voi CHI le costruirebbe ?) e quindi quante emissioni sarebbero da valutare nella produzione delle medesime .... poi c'è da valutare lo smaltimento, anche perchè le batterie non durano per il ciclo vita del veicolo

 

Io penso che, come scrive anche Aricky, le soluzioni commerciabili saranno ibridi, magari fornendo energia elettrica direttamente ai singoli motori delle ruote almeno nelle fasi di spunto e nei cicli urbani, lasciando più spazio a motore termico in condizioni di extraurbano

certamente il prossimo sarà un decennio importante per la produzione, per le nuove tecnologie, per il metodo di lavoro in considerazioni degli obiettivi di emissione e salute che sono doverosi per tutti

Link to comment
Share on other sites

La vw ha una 30 di golf6 (test) totalmente elettriche che girano in Germania da più di un'anno.....il problema delle vetture elettriche sono i costi elevati per ora e l'autonomia non elevata circa 300 km.... :oO:

Link to comment
Share on other sites

Ciao Augusto ho letto il tuo articolo[premetto che Obama crede molto ed è molto sensibili all'impatto ambientale e si impegnerà molto in quadriennio che verrà per le macchine elettriche] .secondo me ,purtroppo cosa scritto non determina che la vettura elettrica[nell'articolo si parla di questa casa]  non possa avere difficoltà " delle pecche"  a livello  puramente tecnologico o per quanto riguardi l'impatto ambientale anzi è fisilogico che un progetto ambizioso per poter migliorare debba passare per delle difficoltà "di gioventù" , ma secondo me qui sull'articolo vi è un po' di "speculazione" sul titolo di borsa visto che sono andato a consultare i grafici, come tutti gruppi quotati in borsa sono "dediti"a speculazioni [vendite ed acquisti],per me l'articolo riporta molto semplicemente che in borsa i titoli salgono e scendono a seconda di notizie positive o negative,cmq secondo l'elettrico sarà il futuro e non molto prossimo,vedere anche i limiti imposti ultimamente con tutor colonnette poste da tutte le parte per il rilevamento della velocità

 

Tashi delek a tutti spece ai pilastri di questo forum :book: Da Bovolone a lecco passando per la Puglia finendo alle isole tutti grandi persone :scusa:

Link to comment
Share on other sites

  • Moderator

Obama crede molto nei fatti suoi e come tutti i politici va dove lo porta il vento, quello che era veramente importante per gli americani, la riforma sanitaria, è stato affondato e lui è quello che gli americani chiamano "anatra zoppa" dato che non controlla uno dei rami del congresso americano. Il loro sistema elettorale è semplicemente schizofrenico dato che ogni due anni sono in campagna elettorale e da che mi ricordo io non c'è stato un presidente americano che abbia perseguito una politica estera con un filo logico serio. Gli americani sono supponenti e trovare un politico americano anglosassone che sappia parlare una seconda lingua è come trovare una classica mosca bianca. L'unico che ha perseguito una linea che ha dato frutti è stato Reagan che si era dato l'obiettivo di distruggere economicamente l'Urss innescando una mostruosamente costosa campagna di riarmo e ci è riuscito, gli altri di politica estera non capiscono la classica beneamata mazza, basta vedere i casini che combinano sul pianeta. Per loro l'auto elettrica è solo un business, tant'è che continuano a spingere sulle batterie a ricarica e non sulle batterie a combustibile, hanno sperimentato queste ultime su autobus extraurbani e poi tutto scomparso. Una batteria che richiede tempi di ricarica di ore serve a poco o niente, quella a combustibile che si ricaricava al distributore è stata uccisa , non dimentichiamo che nello spazio quelle che usano sono le batterie a combustibile. Tra l'altro una volta che la batteria è finita quanto costerà eliminarla? Ma questo si tace.

Link to comment
Share on other sites

Guarda a livello politico non so ho letto il tuo post è non son all'altezza di "controbattere "a livello ne politico ne per quanto riguarda la "tecnologia" delle batterie per mancanza di competenza , nella mia risposta l'unica cosa che mi sentivo di esprimere era la mia "esperienza" che i titoli azionari vengono portati alle stelle o nelle stalle con informazioni e articoli molte volte  puramente speculativi , ad esempio molte società di rating esibiscono le loro classiche da AAA a AA- da AA- BB- anche a C,peccato che per la  Lehman Brothers  ad esempio hanno commesso un piccolo "errore"di giudizio

 

Cmq l'importante è sempre avere la"mente"aperta onestamente nelle macchine elettriche credo,ed aggiungo che la tecnologia andrà ancora avnti molto più rapidamente di cose immaginiamo,guarda mi è venuta in mente una frase che mi disse il "maestro"di Bovolone;Sergio ricorda non "puoi" stare fermo perché il modo non ti aspetta......,questo che mi disse mi rimarrà sempre impresso e con molta umiltà cerco di mettere in campo cosa posso ed apprendere come sempre da chi sa più di me

Link to comment
Share on other sites

a mio parere tutto questo solo strategie commerciali/politiche, come gia' i tempi passati ci insegnano :book:......ti fanno vedere quello ke non ce' (di solito il risparmio e l'ecocompatibilita') e poi con il tempo vengono fuori tutti gli altarini......... :angry:

prendo spunto dai settori dove lavoriamo, ma ci sarebbe molto altro da dove attingere,fino a na 40na d'anni fa' il motore ad ok x l'autotrazione era considerato quello a ciclo 8 facendo credere che il diesel era + inquinante e lento(nascondendo pero' i limiti dello sviluppo e la sua longevita' rispetto al blasonato 8), intanto la benzina venduta sempre a peso d'oro x via della rikiesta :???:...........nel decennio '90 visti i costi ormai insostenibili della benzina hanno incentivato i carburanti alternativi (GPL in particolare),gassificando anke i motorini x decespugliatori e motoseghe, intanto aumenta la richiesta di conseguenza il prezzo e con il tempo anche i poveracci disposti a gassificare la propria auto :dimen:............intanto nel "2000 arrivano i formidabili diesel ID dai consumi ridotti e con l'attuale prezzo del gasolio altamente competitivi ai + performenti gpl/benzina con la differenza della loro longevita' maggiore e spese di manutenzioni straordinarie molto + bassi...........allora grandi vendite di motori Diesel,grande pubblicita' ecologiche e il parco circolante arriva oltre 80% diesel in meno di na 10a d'anni..........e il prezzo del gasolio lievita del 150%  :tickedoff:...........adesso e' il turno dell'elettrico :alien:.......intanto incentivare, poi con gli anni presumo tanti poveracci rimpiangeranno i sistemi tradizionali, dai costi apparentemente maggiori, ma senza brutte sorprese in futuro............. :lol:

to be continued................. :wink:

  • Thanks 3
Link to comment
Share on other sites

  • Moderator

Quanto stà succedendo all'azienda Tesla non dev'essere traslato a tutto il settore delle auto elettriche, ma deve essere preso per quello che è: un isterismo finanziario/speculativo.

La questione è ben spiegata nel primo aritcolo, dove viene messo in evidenza la differenza fra i soldi che si realizzerebbero con il totale delle azioni Tesla ed il reale valore dell'azienda.

Anche in questo caso si deve usare il buonsenso: è vero che le auto elettriche presentano vari problemi ( autonomia, durata delle batterie e costi reali sommando i vari aspetti, costi reali di gestione ), ma lasciar intendere che sono pericolose in senso assoluto perchè 3 automobili si sono bruciate è un'esagerazione giornalistica.

Anche in questo settore comunque non si può stare fermi, e le case automobilistiche questo l'hanno compreso, ma capire in quale direzione andare, l'eletrico, l'ibrido, le fuell cell, ecc. , è molto difficile.

Parecchi fattori possono far decidere per una soluzione piuttosto che l'altra, e considerando gli attuali guadagni minimi, potenzialmente alti si ma non nell'immediato, ed i certi ed immediati grandi investimenti, rende le cose ancora più difficili. Infatti uno degli elementi determinanti potrebbero essere gli aiuti statali, purtroppo decisi tenendo in poca considerazione gli aspetti tecnici, ma per un mercato ormai a livello mondiale anche la differenza delle decisioni prese dai singoli stati potrebbe fare la differenza, aggiungendo altri elementi di incertezza.

Forse siamo alla svolta di una forma di mercato ormai inadeguata alla mobilità odierna, forse nel mercato del futuro saranno più importanti le esigenze del cliente, uso cittadino o extraurbano, un singolo passeggero o necessità di spazio, quantificare l'importanza di un'auto specialistica o tuttofare, e speriamo sarà la fine delle persone che comprano la Cinquecento diesel con FAP per percorrere 3000 Km all'anno tutti in città perchè chi la vende non ha voglia di spiegargli e chi la compra non ha voglia di impegnarsi a capire o di chi acquista un SUV perchè crede che sia innarrestabile e che sia necessario nella giungla ... di asfalto.

 

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

 Share

  • Member Statistics

    16,620
    Total Members
    213
    Most Online
    OFFICINE GUIDI
    Newest Member
    OFFICINE GUIDI
    Joined
  • Forum Statistics

    33.6k
    Total Topics
    392.1k
    Total Posts
×
×
  • Create New...

Important Information

This site or third-party tools used by this make use of cookies necessary for its operation and useful for the purposes described in the Cookie Policy. If you want to learn more or opt out of all or some cookies, please consult the Cookie Policy . By closing this banner, clicking on a link or continuing to browse in any other way, you consent to the use of cookies.